Valdobbiadene Prosecco Brut entra nei Duty Free

Un premio che ci onora e conferma l’eccellente qualità di Campofalco Valdobbiadene DOCG!

I nuovi importatori russi di Beluga Group visitano il vigneto di Monfalcon

MOSCOT Eyewear e Canevel Spumanti

Per ricordare gli eventi più importanti della nostra storia e i nuovo prodotti Canevel Spumanti, arricchiamo i tappi dei nostri spumanti con le gabbiette personalizzate.

 

Oltre alla classica gabbietta Canevel Spumanti abbiamo, infatti, personalizzato le capsule metalliche dei grandi formati, quelle del Canevel Music Lab dedicate alle serate del contest musicale, quelle del Millesimato e quelle per il Cartizze – con il primo premio riservato alla fantasia dei bambini del nostro territorio.

 

  • Cartizze di classe 2014
    La gabbietta disegnata da Martina Bovolato, alunna della V°A della San Francesco di Assisi di Casier.Gabbiette Superiore di Cartizze 2014
  • Cartizze di classe 2015
    La gabbietta disegnata da Eros Putton, alunno della IV° della scuola primaria F.lii Stramare di Pederobba (TV).Gabbiette Superiore di Cartizze 2015

 

Collezionare le gabbiette di spumante

Negli anni le capsule dello spumante sono diventate oggetti da collezione. In Italia esiste un vero e proprio Club Collezionisti Capsule, dove è possibile rintracciare anche la storia dell’invenzione della gabbietta metallica preformata. Prima di quest’ultima, per trattenere il tappo di sughero a sigillo della bottiglia, fu in uso la cordicella – la stessa che ancora oggi, per onorare la tradizione, utilizziamo per il nostro Valdobbiadene “Vigneto di San Biagio” frizzante.

 

Fu nei primi anni ’80 che una decina di appassionati, nella regione della Champagne in Francia, iniziarono a guardare con maggior interesse questi dischetti colorati, andando a cercare le vecchie bottiglie dimenticate in cantina, raccogliendole nei bar e ristoranti, chiedendole ad amici e conoscenti, ovunque si brindasse con le bollicine, iniziando quindi a scambiarsele e a catalogarle.
Wikipedia – Capsula di spumante

L’interesse per le capsule personalizzate delle gabbiette si è esteso, nel tempo, dal tappo di spumante a vero oggetto di design da infilare al dito o come accessorio da portare al polso o al collo.

 A queste nuove, stravaganti destinazioni d’uso delle capsule noi preferiamo, tuttavia, quella più classica: a decorazione dei tappi dei nostri spumanti e a coronamento e ricordo dei momenti speciali per cui vale la pena brindare.

#prosecco#buonapasqua#vinobenedetto#pranzopasquale#prodottoinitalia#canevel#dry#cartizze#valdobbiadene#myonlyfriend#love#alwayslove🐣

Una foto pubblicata da Lucia Belardi (@lucia.belardi) in data:

Gli appuntamenti di Marzo 2016

La scuola vincitrice della 5° edizione del concorso Cartizze di Classe è la IV° della scuola primaria F.lli Stramare di Pederobba (TV), grazie al disegno dell’alunno Eros Putton, che andrà a decorare la gabbietta del nostro Cartizze vendemmia 2015.
Dopo una difficile selezione dei disegni presentati (320 gli istituti partecipanti, con elaborati prodotti dagli alunni delle classi 3°, 4°, 5° delle scuole elementari della provincia di Treviso), il vincitore è stato infine decretato e la sua classe è venuta in visita all’azienda Canevel, sul Colle di San Biagio, per festeggiare la vittoria e ritirare il premio. La classe, accolta dal presidente Carlo Caramel e dall’enologo Roberto De Lucchi, ha visitato la cantina e i vigneti circostanti, prima di applaudire il vincitore davanti a una buona merenda con pane e nutella.

Gli appuntamenti di Febbraio 2016

Un’ottima annata, questo 2015. La natura e il tempo ci sono stati propizi. Il corso delle stagioni, a partire da un inverno con un lungo periodo freddo e una primavera mite che hanno agevolato il germogliamento della vite.

Una fioritura senza piogge ha avvantaggiato, in seguito, l’allegagione – fase iniziale dello sviluppo del frutto, fondamentale per il futuro raccolto.

L’estate ci ha fatto soffrire per la mancanza di acqua e il caldo molto intenso, soprattutto a luglio. Per fortuna, però, la grandine ci ha risparmiato e le prime piogge di agosto hanno salvato le viti giovani e ritemprato le viti più vecchie di Valdobbiadene.  Abbiamo così raccolto per un’uva con grappoli distesi, molto sani e bellissimi anche da vedere.

La Vendemmia 2015 in numeri? Il 4 settembre è cominciata sui vigneti di Refrontolo, con lo chardonnay. Il 6 settembre sui vigneti glera a Conegliano e, successivamente, a San Pietro di Barbozza a Valdobbiadene. Il 21 settembre è stato il tempo della raccolta delle uva marzemino, destinate allo spumante rosato e, infine, il 26 settembre sui vigneti di Solighetto.

Uve molto sane e vini di ottima struttura e buon equilibrio sono, dunque, arrivate in cantina. Ve l’avevamo già detto che il 2015 è stato un’ottima annata, vero?

Resta in contatto

Segui gli eventi, le degustazioni, le novità e i concorsi che organizziamo per i nostri clienti, amici e conoscitori!